Elezioni CAO torino 2018-2020

Guarda il video cliccando qui >>

Sulla scia della mia pluriennale esperienza professionale e di ciò che sono riuscito a creare a livello nazionale con le mie Cliniche Dentali, ho deciso di candidarmi alle elezioni che si terranno sabato 25, domenica 26 e lunedì 27 novembre 2017 per la composizione della Commissione dell’Albo Medici Odontoiatri di Torino e Provincia.

Ho preso questa decisione perché credo fortemente nella possibilità di determinare un positivo cambiamento nel quadro dell’auspicabile sviluppo della mia, della nostra bellissima professione.

Un mutamento che tenga conto di come il tempo stia segnando e relegando la categoria degli Odontoiatri in una sorta di limbo in cui identità e valore stanno sempre più svanendo.

Sono convinto che sia ora di rimettere al centro dei nostri interessi e di tutta la Società italiana l’Odontoiatria, rimettendola nelle sapienti mani degli Odontoiatri.

Mani che siano in grado di governare, come sempre è stato, l’evoluzione delle tecniche e dei protocolli di cura professionali, ma che al tempo stesso siano in grado di evidenziare il grande valore etico, sanitario e di utilità sociale della nostra categoria.

Come? Creando, promuovendo un nuovo profilo di identità professionale che tenga conto anche dell’impellente necessità di acquisire individualmente la dinamica, l’efficacia, la consapevolezza e la proprietà di porsi sul mercato di riferimento, con piena e rinnovata legittimità e, al tempo stesso, con rinnovata fiducia dei propri mezzi. In una parola, “imprenditorialità”.

La visione che vorrei condividere con tutti i miei Colleghi è quella di un Odontoiatra a pieno titolo imprenditore di sé stesso, che possa inserirsi nella costituzione di nuovi soggetti economici come le società di capitali, che possa interagire direttamente con il contesto di mercato dei propri Pazienti, senza timore e senza vincoli obsoleti e anacronistici.

Voglio promuovere dunque, una presa di coscienza da parte di tutti gli Odontoiatri, che determini il necessario e legittimo sussulto di orgoglio circa la propria professione, il proprio prezioso “know how”, e che porti con coraggio tutti a calarsi anche nei panni dell’”imprenditore etico”.

Colui che, quotidianamente, dà ulteriore valore e visibilità al proprio operato, grazie alla qualità sempre migliore delle cure riservate ai Pazienti e che contemporaneamente sia padrone del proprio modo di presentarsi e di interpretare la propria parte sul mercato.

Il mio sogno è quindi restituire l’Odontoiatria agli Odontoiatri, non certo contraendo la libertà di qualcuno, bensì ampliando e responsabilizzando ancor di più quella che ad oggi ci viene permesso di avere.